• Gabriele Clima

Amicizia, bicicletta, libertà - Girly Bike

Il libro Fiori di Kabul, edito da Einaudi Ragazzi, è una storia di forza, coraggio, amicizia, resilienza e libertà. Una storia in bicicletta ambientata in Afghanistan, uno dei Paesi in cui i diritti delle donne sono più calpestati. In Afghanistan ancora oggi molti uomini considerano blasfema una donna in sella a una bici. Fiori di Kabul nasce come un libro per ragazzi ispirata alla storia vera della squadra di ciclismo femminile di Kabul, ma è una storia davvero per tutte e tutti, da leggere d’un fiato.

A sei anni, per il suo compleanno, la piccola Maryam riceve una bicicletta di seconda mano, rimessa in sesto dalla madre. Il regalo però dura appena fino al rientro del padre che la fa portare via perché “offende l’Islam”. Maryam non ha mai visto donne andare in bicicletta, solo gli uomini, e non capisce come possa offendere dio salire su una bici.

A nove anni, una straniera in sella a una bicicletta si ferma nella polvere della sua via e gliela fa provare. Il padre questa volta punisce la madre per non aver vigilato su di lei e impone lugubri tende nere in tutta la casa.


La famiglia di Maryam infatti è governata da un padre padrone che considera le femmine meno intelligenti dei maschi. Un padre che dietro la facciata di buon musulmano è solo odio e disprezzo per le donne, per le etnie afghane non pashtun, per tutto ciò che è diverso.

I Fiori di Kabul sono Maryam e Samira, vicine di casa e nate lo stesso giorno. Migliori amiche da sempre e insieme anche nell’avventura di entrare nella squadra di ciclismo femminile di Kabul, unica in tutto l’Afghanistan.

Inizialmente di nascosto e poi con il supporto del fratello Hamid, Maryam approfitta delle trasferte di lavoro del padre per allenarsi. Mentre suo padre è sempre più dispotico verso la famiglia giustificandosi con la religione, Maryam scopre una nuova prospettiva sulla condizione femminile e che non tutti gli uomini sono così.

La storia non finisce, c’è un colpo di scena e un finale aperto, quindi possiamo immaginarci Maryam ovunque in bicicletta.


Fiori di Kabul è stato scritto da Gabriele Clima, autore e illustratore di libri per bambini e ragazzi di varie fasce d’età. Le sue storie hanno spesso in comune temi come discriminazione, disagio e diversità e ha vinto diversi premi per il suo lavoro.

In Fiori di Kabul la penna di Gabriele Clima rende la storia di Maryam scorrevole e avvincente, spingendo i lettori a riflessioni autonome su diritti, discriminazione e religione.


Consiglio Fiori di Kabul proprio a tutti, grandi e piccoli. La storia di Maryam infatti si legge velocemente e permette di scoprire la condizione della donna in Afghanistan attraverso l’avventura di una giovane ciclista. La bicicletta rappresenta la libertà di essere ciò che si desidera, ma questo libro racconta anche il coraggio e la tenacia di tutte le donne che fanno parte della squadra di ciclismo femminile di Kabul.


12 ottobre 2021

Post