GABRIELE CLIMA

LIBRI NARRATIVA



L’estate che divenni partigiana

Mondadori 2017

Gabriele Clima






Mentre faccio queste ipotesi, alzo gli occhi e guardo la statua che domina la piazza. Sul piedistallo, scolpita in lettere maiuscole, c’è una scritta, che non mi ero mai fermata a leggere. E che dice: «Odio chi non parteggia, odio gli indifferenti. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria».

Non so cosa significhi precisamente abulia o parassitismo, ma il senso della frase è molto chiaro. E mi attraversa come una scarica elettrica.




Continua a camminare

Feltrinelli 2017

Gabriele Clima






«Papà si alza, si avvicina a un uomo, lo saluta. Si alza anche quello e cominciano a parlare, a voce bassa, mentre il giorno si allarga piano piano sul deserto. Parlano e guardano lontano, l’orizzonte, la strada, là da qualche parte, che a volte, dipende dal vento o dalla luce, si riesce a intravedere.

«La vedi?» mi dice ogni tanto. «La vedi, Salìm, laggiù, quella striscia sottile come la coda di un serpente? È la nostra strada»



Il sole fra le dita

San Paolo 2016

testi Gabriele Clima










«Al diavolo la sedia, Andy. Senti anche tu un po’ di mondo vero. Senti la terra, il suo profumo, senti l’erba fra le dita aperte, e il suo tocco pieno, e caldo,

e giallo, come il sole. Lo senti, Andy, eh?

Lo senti il sole fra le dita?»




Guarda le stelle

Fatatrac 2016

testi Gabriele Clima

illustrazioni Pia Valentinis-Mario Onnis










«In mezzo al prato c’è una casa grandissima coi muri bianchi come la neve e mille finestre che si aprono verso il bosco.

In mezzo al bosco una strada si srotola fino alla casa, chiara e sottile, un filo di seta che brilla nel sole.»




L’albero delle storie

Piemme 2015

testi Gabriele Clima

illustrazioni Alberto Madrigal









«Sembrano alberi le case viste da qui, vecchi baobab svettanti in un paesaggio di polvere e sole che ricorda un pezzo di pianura africana. E invece è un tratto di periferia, una striscia di case, rade ed enormi, che circondano la città come la buccia sottile di una cipolla gigante»



Roby che sa volare

Cocconebooks 2014

testi Gabriele Clima

illustrazioni Cristiana Cerretti








«Hai visto cos’hai fatto?» dico al mio amico.

«Io volevo solo giocare» fa lui.

«Anch’io. Ma non si può quando c’è gente».

«La prossima volta farò più piano».

«Tu non riesci mai a fare più piano».

«Io sono il vento».

«E allora smetti di essere il vento!»


Senti senti che scuola                                      

Mondadori 2014

testi Gabriele Clima, Roberto Piumini,

Guido Quarzo, Vivian Lamarque

illustrazioni Desideria Guicciardini

La scuola è come un albero

è chioma ed è radice

la scuola è come un nonno

è chi ascolta e chi dice

la scuola è come un mare

è onda ed è brezza

la scuola è come il cuore

è domanda e certezza (…)


Basta con le puzze

Giunti 2014

testi Gabriele Clima

illustrazioni Silvia Vignale








Proooooot! L’hanno sentito tutti in casa, perfino il nonno, che è quasi sordo e ora è di là davanti alla tele accesa. Tobia, poverino, è andato addirittura a nascondersi sotto il tavolo, guaendo come se gli avessero pestato la coda (…)


Amico d’acqua, amico di terra

Edizioni Botalla 2013

testi Gabriele Clima, Alfredo Stoppa

illustrazioni Sonia Maria Luce Possentini









È una cosa strana questo silenzio che c’è.

Sembra fatto di sabbia, di gesso, un silenzio color della calce che entra negli occhi, nella bocca,

nel naso. E ti costringe ad ascoltarlo.(…)


Radici

Franco Cosimo Panini 2013

autori vari

Le tue radici, amico albero,

sono dentro alla terra

larghe, gentili

come abbraccio di mamma

come coccola

morbida

dolce

che profuma di nanna.

Le tue radici, amico fiore

son nel vento che soffia

fresche, sottili

come dita d’argento

come voci lontane

azzurre

invisibili

portate dal vento (...)


Girogirotondo

Ediioni La Coccinella 2012

Gabriele Clima, Giovanni Caviezel

illustrazioni di Chiara Dattola




Girogirotondo, casca il mondo,

casca la terra, tutti giù per terra.

Girogirotondo, il mare è profondo,

tonda è la terra, tutti giù per terra

Girogirotondo, l’angelo è biondo

biondo è il grano, tutti ci sediamo (...)


Canta il Giallo alla mattina

Edizioni La Coccinella 2012

testi G. Clima, R. Piumini, G. Quarzo, B. Tognolini, G. Mantegazza

illustrazioni Simona Mulazzani




  Cosa vedi nel buio?

  «La terra» fa il seme

  «Il mare» fa il pesce

  «Le stelle, qualcuna»    

  risponde la luna

  «Un bel niente» fai tu (…).





Pisopisello

Ediioni La Coccinella 2012

Gabriele Clima, Giovanni Caviezel

illustrazioni di Chiara Dattola


Girogirotondo, casca il mondo,

casca la terra, tutti giù per terra.

Girogirotondo, il mare è profondo,

tonda è la terra, tutti giù per terra

Girogirotondo, l’angelo è biondo

biondo è il grano, tutti ci sediamo

Girogirotondo, il pane è cotto in forno

buona è la ciambella, tutti giù per terra (...)


E tutti fan la nanna

Ediioni La Coccinella 2012

Gabriele Clima, Giovanni Caviezel

illustrazioni di Filippo Brunello


Girogirotondo, casca il mondo,

casca la terra, tutti giù per terra.

Girogirotondo, il mare è profondo,

tonda è la terra, tutti giù per terra

Girogirotondo, l’angelo è biondo

biondo è il grano, tutti ci sediamo

Girogirotondo, il pane è cotto in forno

buona è la ciambella, tutti giù per terra (...)

Ho visto un re passare

Edizioni San Paolo 2011

testi Gabriele Clima, illustrazioni Giovanni Manna




«Che cosa guardi?» chiese il pettirosso.

«Il sole» disse il passero «che scende sulla collina».

«Io l’avrò visto mille volte» rispose il pettirosso.

«Anch’io» fece il passero, «ma oggi è diverso».

«Perché diverso?»

«Non lo so. Sarà perché oggi ho visto un re passare».


Il presepe di Clara

Edizioni San Paolo 2011

testi Gabriele Clima, illustrazioni Antongionata Ferrari





«Ecco, cara» dice la donna tornando, e mostra a Clara una statuina deliziosa, in gesso dipinto, che regge una brocca sopra la testa. «Questa te la do volentieri».

«No!» esclama Clara, «questa no. Lei è gentile ma il mio presepe è per le cose che non servono più. Questa non va bene, questa è troppo bella».



Seguendo la stella

La Coccinella 2010

progetto Gabriele Clima

testi Roberto Piumini, illustrazioni Filippo Brunello







«Le formiche, silenziose, per canali fondi e stretti,

riportarono, precise, la richiesta ad altri insetti.

Poco dopo, gran sorpresa: d'improvviso, illuminata,

si distese, portentosa, una pista ben segnata…»



Storia di Vera

Edizioni San Paolo 2010

testi e illustrazioni Gabriele Clima







«Quella notte sognai il campo e i soldati addormentati. Camminavo nella neve, attenta a non scivolare, perché

portavo loro un piccolo dono, da mettere sulla porta

della casa di guardia: un pezzetto del mio grande cuore…»



Mumi senza memoria

Edizioni Il gioco di leggere 2010

testi Gabriele Clima, illustrazioni Chiara Carrer








«Mumi non aveva un lavoro. Viveva di quello che gli dava l'orto (quando si ricordava di seminare) e del latte della sua pecora (quando si ricordava di mungerla)…»




Le più belle fiabe di Perrault: Barbablù

Mondadori 2010

testi Laura Locatelli, illustrazioni Gabriele Clima





«Questa, invece», e così dicendo fissò la moglie con sguardo severo «è la chiave di uno stanzino che c’è al piano terra, in fondo al corridoio…»



Voglio essere grande così

La Coccinella 2010

progetto Gabriele Clima,  testi Gabriele Clima, Monica Pierazzi Mitri

illustrazioni Monica Pierazzi Mitri

«Oggi Orsetto si è svegliato molto presto. Come ogni mattina, mamma gli ha preparato una colazione super! - Mangia, cucciolo mio - gli dice versandogli un bicchierone di latte - e diventerai grande e forte come papà…»




Un po’ come me

La Coccinella 2010

progetto Gabriele Clima,  testi Gabriele Clima, Monica Pierazzi Mitri

illustrazioni Monica Pierazzi Mitri

«È mattina nella radura. Nascosto fra le foglie c'è un piccolo ovetto tondo tutto solo. Nessuno sa com'è arrivato lì. Due piccole crepe rigano il bianco del guscio. Chiunque ci sia lì dentro, sembra proprio che voglia uscire…»




Piero postino e Marcello metronotte

Edizioni Il gioco di leggere 2009

testi Lodovica Cima,  illustrazioni Gabriele Clima








«Piero e Marcello vivono insieme. Ma uno lavora di giorno e l’altro di notte, non si incontrano mai. E tutto fila liscio. Finché un giorno, un brutto raffreddore.…»



La bella addormentata nel bosco

La Coccinella 2009

progetto e testi Gabriele Clima,  illustrazioni Antonella Abbatiello

«Quando rientrarono, i nani la trovarono stesa a terra. Piansero a non finire, finché le loro lacrime formarono un ruscello che uscì dalla casa e scese fino al prato più sotto…»




Cappuccetto rosso

La Coccinella 2009

progetto e testi Gabriele Clima,  illustrazioni Filippo Brunello

«Passava di lì Berto Cacciatore, un tipo sveglio, il cappello con la piuma e un gran cinturone stretto in vita (che serviva più che altro a reggergli la pancia)…»




Cenerentola

La Coccinella 2009

testi Gabriele Clima,  illustrazioni Donata Montanari

«Matrigna e sorellastre strillavano e comandavano:

'Qui non hai pulito!', 'Lì non hai spazzato!', 'Qua non hai stirato!', 'Là non hai lavato!'. Solo la sera la bambina poteva riposarsi, scaldandosi in cucina al tepore della cenere del grande camino…»




Hänsel e Gretel

La Coccinella 2009

testi Gabriele Clima,  illustrazioni Chiara Bordoni

«Il gatto prese il sacco, la corda e corse al campo vicino, alla conigliera che confinava con la proprietà del vecchio mugnaio…»




Le fiabe più belle dei fratelli Grimm:

Cappuccetto rosso

Mondadori 2008

testi di Laura Locatelli, illustrazioni Gabriele Clima

«‘E la nonnina è a casa tutta sola?’ chiese il lupo. ‘Tutta sola’ rispose Cappuccetto. ‘Bene’ pensò il lupo, ‘forse riesco a mangiarmele tutt’e due!’…»




Le storie di Topo Alberico

La Coccinella 2008

testi e illustrazioni Gabriele Clima


«Sono le otto. Topo Alberico si sta lavando. Toc, toc, si sente alla finestra. È il vento che oggi vuol giocare. Spalanca i vetri d'un colpo e fa cascare a terra il cappello di pelo di nonno Albericone che stava sopra l'armadio…»



Il gatto con gli stivali

La Coccinella 2008

testi Gabriele Clima, illustrazioni Febe Sillani

«'Non preoccupatevi, mio buon padroncino', disse il gatto agitando le zampine. 'Datemi un sacco, un bell'abito e un paio di stivali e non vi pentirete di avermi tenuto con voi'…»




La bella addormentata nel bosco

La Coccinella 2008

testi Gabriele Clima, illustrazioni di Paolo Domeniconi

«L'incanto fu immediato. La principessa cadde come morta e con lei i cavalieri in cortile, gli sguatteri nelle cucine, perfino il fuoco nei camini si ritirò di colpo sotto la cenere…»




Hänsel e Gretel

La Coccinella 2008

testi Gabriele Clima, illustrazioni Donata Montanari

«Finché, una mattina, la strega perse la pazienza. 'Vieni qui' disse a Gretel afferrando la padella grande. 'Vuol dire che mangerò tuo fratello così com'è! Accendi il forno e portami la farina…»




Pietro Tornaindietro

La Coccinella 2007

testo italiano Gabriele Clima, testo originale e illustrazioni Stuart Trotter

«Leo guarda orsetto pietro. ‘Ormai sono troppo  grande per lui’ dice pensieroso. E Orsetto Pietro finisce fuori dalla finestra. Ma Pietro… torna indietro…»




Che prepotente!

La Coccinella 2007

testo italiano Gabriele Clima, testo originale e illustrazioni Stuart Trotter

«Ippo è un vero prepotente: prende sempre ciò che vuole senza dire grazie o per piacere. Finché un giorno, ma era inevitabile, fa qualcosa di molto, molto sciocco…»




Cappuccetto rosso

La Coccinella 2007

testi Gabriele Clima, illustrazioni Febe Sillani

«'Toc, toc, sono io, nonnina' disse il lupo cercando di nascondere quel vocione da orco. 'Entra pure, è aperto' rispose la nonnina che, per fortuna del lupo, doveva essere un po' dura d'orecchi…»




Cenerentola

La Coccinella 2007

testi Gabriele Clima, illustrazioni Natascia Ugliano

«Ma mezzanotte arriva presto, mia povera Cenerentola. E mentre l'orologio batte i suoi rintocchi, 'Devo lasciarvi' dice al principe. E corre via…»




Biancaneve

La Coccinella 2007

testi Gabriele Clima, illustrazioni Natascia Ugliano

«'Numi del firmamento!' esclamarono i nani quando videro Biancaneve addormentata per traverso sui sette lettini. 'Al ladro! All'assassino!' gridò il più giovane. 'Ma no, è una bambina' bisbigliò il più vecchio. 'Sarà una stregassa?' biascicò il terzo. 'O una fata cattiva?' balbettò il quarto…»




Cappuccetto rosso

Mondadori 2008

testi di Laura Locatelli, illustrazioni Gabriele Clima

«‘Vuoi vedere che lì dentro c’è la vecchietta?’ disse fra sé il cacciatore. Detto fatto, imbracciò il fucile, prese la mira e sparò al lupo dritto in fronte…»




Musicavento

Zephyro Edizioni 2004

testi Sergio Chillé, illustrazioni Gabriele Clima

«Lui era sempre lì, seduto su una panchina malandata, incurante del baccano, immobile, gli occhi socchiusi come cercando qualcosa che nessuno riusciva a vedere o sentire…»




Via libera per il cielo

Zephyro Edizioni 2003

testi Sergio Chillé, illustrazioni Gabriele Clima

«Una mattina come le altre, in una città come le altre, una giornata qualunque stava per iniziare nel solito modo…»




Oplà e altre storie

Campanotto 2003

testi e illustrazioni Gabriele Clima

«C’era una volta un segna che si chiamava Oplà, nato per uno sbaglio, come non si sa; forse da un errore di un pittore distratto che aveva rovinato il suo bel ritratto…»




Cenerentola

Il Castoro 2003

testi Luigi Dal Cin, illustrazioni Gabriele Clima e autori vari

«Fu chiesto alle guardie se avessero visto uscire una principessa. Risposero che non avevano visto uscire nessuno, tranne una ragazza vestita malamente che aveva l’aria più di una contadina che di una signora…»




Around with Sally

Edumond 2001

testi Jane Blond, illustrazioni Gabriele Clima

«This is Sally. Sally dances in the rain and she plays in the park. She flies on a kite! She is happy! Fly, Sally, fly! Fly on a kite!…»




Occhi color del mare

Edizioni Colors 2000

testi Milena Lanzetta, illustrazioni Gabriele Clima

«‘Bella la mia bambina con gli occhi color nocciola’ le ripeteva la mamma tutte le sere quando la metteva a letto. ‘Grande la mia bambina con gli occhi color nocciola!’…»




Animo da guerriero

Edizioni Paoline 1999

testi Daniela Palumbo, illustrazioni Gabriele Clima

«Nella notte doveva essere cambiato il tempo e certamente non aveva nevicato, altrimenti le orme del lupo non sarebbero state così chiare. Fu così che conobbi Occhi-che-vedono, grazie a quelle impronte…»



 
immagine Pia Valentinis

ENGLISH    /   HOME    /   LIBRI    /   INCONTRI CON LE  SCUOLE    /   CONTATTI

 

VAI ALLA PAGINA FACEBOOK

® Copyright 2016

informativa sull’uso dei Cookie

HOME    /   LIBRI    /   INCONTRI CON LE  SCUOLE    /   CONTATTI